Un mese di festa per i volontari di Croce Rossa Italiana dell'Agro che tra colori e tradizioni si sono destreggiati in tutto il Comitato. L'antica festa del Majo del 1 Maggio tra riti arborei e sfilate in costumi d'epoca ha regalato ai volontari una nuova esperienza: un ponte tra passato e presente con epicentro la sinergia tra diverse associazioni. " C'é stata molta collaborazione. Abbiamo vissuto come tanti anni fa fra dame e cavalieri della corte, siamo stati anche noi protagonisti del corteo e delle usanze del tempo. E’ stato un ritorno al passato" commenta la giovane volontaria Maria Teresa Virno.

Un mix di emozioni tutte positive che ha coinvolto i volontari anche nella commemorazione per le vittime della frana di Sarno del tragico 6 maggio 1998.

Inoltre maggio é un mese di festa anche per tutta la Croce Rossa poiché dall'8 al 14 maggio si é celebrata la "Settimana del volontario" con l'esposizione della bandiera CRI presso il Comune di Nocera Superiore. Settimana inaugurata dall'anniversario dell'intitolazione della sede CRI di Nocera Superiore al militare Massimiliano Randino dall'8 maggio 2016. “Quest’anno per festeggiare la Giornata Internazionale del Movimento di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, giornata che ricade l’8 maggio, sono state organizzate una serie di iniziative lungo tutta la settimana. Per tale occasione l’Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani, ha inteso omaggiare il Movimento CRI esponendo in tutti i comuni d’Italia la bandiera con l’emblema di Croce Rossa. Anche il Comune di Nocera Superiore si è fatto partecipe di questa iniziativa e ha esposto la nostra bandiera in modo ufficiale, inteso ad omaggiare tutti i volontari che con la loro abnegazione e la buona volontà hanno reso Croce Rossa Italiana fiore all’occhiello di tutte le attività di volontariato presenti sul territorio” informa Antonio Bartiromo, volontario CRI.

Ma non é finita qui, il 10 maggio le attivitá hanno visto protagonisti anche i piú piccini stimolati ad instaurare rapporti di fiducia per combattere ogni discriminazione nel gruppo. I volontari, ospiti della biblioteca Aldo Moro di Nocera Superiore, coadiuvati dalla psicologa Assunta Maiorino, hanno instaurato in maniera ludica rapporti di fiducia con i bambini. Tutto parte dalla lettura di "Il Brutto Anatroccolo", favola per eccellenza che insegna ai bambini che la diversità puó essere talvolta una fortuna e che il bullismo é una pratica diffusa ma ancora estirpabile. In questi giorni tanto duri per la storia dell'umanitá, tanto duri per molti genitori che vedono i propri figli morire come formiche, la prevenzione per questa nuova "malattia degenerativa" é fondamentale. Cosí i bambini dai 6 agli 11 anni hanno guidato i volontari, ad occhi chiusi, attraverso percorsi scelti da loro stessi. Un'immagine indelebile: le manine dei bambini poggiate sui fianchi dei volontari, i piccoli sono stati per pochi minuti responsabili della vita dell'altro e non hanno fallito. Viceversa, i volontari hanno guidato i bambini, talvolta fiduciosi, talvolta restii alla scoperta di mondi che solo l'immaginazione puó donare. Da qui i partecipanti si sono immersi poi in attivitá piú movimentate ma pur sempre istruttive per conoscersi meglio ed iniziare un nuovo percorso all'interno del programma "Super Fantastico" indetto dalla suddetta biblioteca. 

Per concludere in bellezza il mese di maggio, i volontari hanno partecipato al Concorso Internazionale dei Madonnari, in vista della partecipazione alla Salata di S.Ciro.

Inoltre a Nocera Superiore quest’anno verrà organizzato un Campo Scuola sull’onda di quello tenutosi lo scorso anno presso il Comune di Roccapiemonte. Il titolo sarà “Anche io sono la Protezione Civile” ed ospiterà un massimo di 30 ragazzi dai 14 ai 17 anni che vivranno una settimana intensa al cospetto di tutte le forze che concorrono al funzionamento del meccanismo di Protezione Civile: l’ARI, Vigili del Fuoco, Corpo Forestale, Papa Charlie di Pagani ed incontreranno anche il sindaco Cuofano, responsabile della Protezione Civile di Nocera Superiore. Non mancheranno tanti giochi a tenere impegnati i ragazzi e come l’anno scorso andranno via con le lacrime agli occhi e con la volontà di rifarlo l’anno successivo. Vi aspettiamo! Per info e iscrizione potete rivolgervi a nocerasuperiore@criagro.it.

Di Giulia Giocondo ©Croce Rossa Agro
Categorie: News

Copy link